Negli anni non ho mai fatto mistero della mia Alopecia Areata. Porto il foulard e rispondo serenamente a ogni curiosità.
Oggi ero a pranzo con una mia collega che vede le mie foto su Facebook e quindi sa benissimo come sono senza coperture. Mi ha detto: “Tu dovresti girare senza foulard; stai benissimo”.

Orbene, senza falsa modestia, lo so! Cioè, anch'io mi piaccio con la mia testa rapata, ma c'è un ma… lavoro in una grande multinazionale che vende servizi alle aziende (ambito risorse umane, lavoro temporaneo, formazione ecc. ecc.) e io faccio proprio il commerciale. Mi occupo di gestire grandi clienti ed ho immaginato come sarebbe andare a chiacchierare con il megadirettore del personale o con l’amministratore delegato di qualche multinazionale con la mia testa pelata, il mio tatuaggio sul polso, i 4 orecchini. Non funzionerebbe! In nessun modo proprio. Non in quell'ambiente tanto imbalsamato.

La soluzione più semplice sarebbe mettersi la parrucca, cosa che non mi piace. Però ho notato una cosa: con il mio foulard non passo mai inosservata, anzi si ricordano moltissimo di me. Il che mi fa gioco, ma molto. Sono poco fisionomista (purtroppo), per cui il fatto che l'altro si ricordi di me è fondamentale. Per cui in ambito lavorativo questa è la mia divisa e ha consensi unanimi.

Ho anche cambiato lavoro con il foulard in testa, senza nessun problema. Durante il colloquio mi hanno chiesto brevemente il perché del look e basta, nessuna discriminazione, di nessun genere. non e' un problema.
E' sempre come ti poni, cosa fai tu sotto un foulard, una parrucca o una testa calva. La bellezza è qualcosa che nasce dentro e affiora, la strada contraria non funziona.
Se ti senti "bella" lo sei!

Barbara