Non un laboratorio sull'alopecia areata ma un'attività sulle differenze. Sold out all'evento per bambine e bambini promosso da Asaa Onlus


Nella giornata di chiusura del Festival della Lentezza, domenica 17 giugno, Asaa ha organizzato un laboratorio per i più piccoli: “Cerchiamo l’ago nel pagliaio”. I 15 posti a disposizione sono stati prenotati in pochissimo tempo e le due conduttrici di Asaa, Alessandra Sbarra e Francesca Fadda, hanno realizzato il laboratorio partendo dalla lettura de “Il tesoro di Risolina” di Alberto Pellai.

 
“Non era un laboratorio sull’alopecia ma un laboratorio sulle differenze che ha portato alla realizzazione di una speciale carta di identità dove ognuno dei partecipanti ha cercato di individuare i suoi punti di specialità e le proprie difficoltà che lo rendono unico e irripetibile” hanno spiegato le due conduttrici.

La storia ha preparato le bambine e i bambini attraverso le vicende della protagonista Risolina, ognuno si poteva identificare o personalmente o prendendo spunto da esperienze della propria quotidianità. La carta di identità realizzata iniziava con le generalità del titolare ma proseguiva con altre domande, apparentemente insolite: Cosa vorresti fare da grande? qual è la cosa che pensi di saper fare bene? la cosa per cui ti fanno i complimenti? Cosa possono fare gli altri per diventare i tuoi amici e che cos'è che ti rende unico e a cosa ti serve?


“Proprio su questo alcuni dei bambini hanno fatto riferimento all’Alopecia quindi probabilmente sono arrivati a un punto in cui riconoscono che l'assenza dei capelli non è uno svantaggio ma quello che rende particolari e unici e quindi definisce la propria identità” hanno osservato Sbarra e Fadda.